Booking.com

Sconti su 120.000 hotel nel mondo

Isola di Gozo (Malta)

gozo ponte

Isola di Gozo (Malta)

leggenda, storia, fede

 Se la fortuna vi ha portato all'isola di Malta non potete escludere l'escursione all'isola sorella Gozo. Ghawdex, in lingua maltese, è un luogo dove il turista rallenta il suo ritmo per un giorno

(tanto dura la visita minimale di questa piccola perla anche se consigliabile soggiornarvi più a lungo) e si gode, la calma e il relax, il paesaggio verde e fertile, le coste con scogliere e spiagge, la storia con fortezze e monumenti.  Solo venti minuti di traghetto dividono Cirkewwa, moderna e funzionale, da Mgarr il porto di arrivo a Gozo. Pur similare a Malta, Gozo mantiene un carattere proprio ed è subito sperimentabile nelle proposte di offerte per la visita della isola da parte degli operatori. Come in una buona famiglia i locali si rendono disponibili a darti ogni informazione e a condurti a nella visita.  Al centro dell'isola si trova Victoria che sorge in posizione sopraelevata caratterizzata dalla sua mura di cinta fortificata. Nuovi lavori di restauro, finanziati dall'Europa e ancora in corso, stanno donando l'antica bellezza a questa gioiello di città dei cavalieri. Da uno sguardo lungo le mura appare visibile tutta l'isola. Impressionano particolarmente le linee delle chiese che si ergono sopra i colli e nella loro imponente mole lasciano trasparire la grande fede cristiana di questo popolo, antica e odierna. Lo sguardo si estende fino al mare e rende facile la comprensione dell'orientamento delle varie località che si andranno a visitare. Ta Pinu, la grande basilica ricostruita, meta di pellegrinaggio per la sua storia di apparizioni e miracoli; Dwejra località tra le più fotografate, dove il mare e le rocce vulcaniche, hanno creato grotte, scogliere lavorate e decorate, laghi interni e archi naturali (Azure Window); la grotta di Calipso, dove la realtà sembra essersi dimenticata della leggenda e poco rimane visibile se non la spiaggia di Rambla Bay, dorata e fine come i capelli della ninfa che sedusse Odisseo; Malsalform dove le case dei pescatori sono state sostituite da numerose e più accoglienti dimore; le saline di di Hekka Point, scavate su naturali vasche di roccia calcarea; i templi di Ggantija le cui mura di pietra possenti datano l'era prima dei faraoni;chiesa rotondala chiesa rotonda di Xewkjia, frutto del lavoro dell'intera comunità che in venti anni portarono a compimento una cupola di grande perfezione architettonica. Gozo è anche il luogo giusto per mangiare pistizzi e sorseggiare buonissimo caffè magari a Xaghra presso il Cafè Reale, o pesce al ristorante Sammy's al porto di Mgarr. Lascerete l'isoletta con nostalgia quando il tramonto ormai colorerà mare e coste e voi dal ferry che vi riporterà all'isola maggiore, non potrete fare altro che osservare il sole che si spegne in mare, ricordare la visione della Azure Window, e se avete avuto modo di incontrare anche la cultura e la poesia di Malta, ripeterete i versi del poeta Karmenu Vassallo:

tramonto

 

 

”Sulle città cosparse quelle luci

sembrano un altro cielo pieno d'astri

che pascolano sulla terra!

Le immagino giardini tutti fiori

color di fior d'arancio e gelsomini”.