Booking.com

Sconti su 120.000 hotel nel mondo

Ouarzazate, Marocco del sud

 aforismidiviaggio ourzazate marocco1

Ouarzazate,

 un universo unico, una destinazione da sogno

 …il deserto non si racconta, si vive. Come trovare allora le parole per esprimere questa passione che il nomade prova per il suo deserto? (Mano Dayak)

 

Nato a Tidene nel 1950 nell’Air (Niger) morto il 15 dicembre 1995 in un incidente aereo, Mano Dayak fu leader e portavoce dei tuareg e grande studioso della loro storia, cultura e modi di vita. “nato con la sabbia negli occhi” http://it.wikipedia.org/wiki/Mano_Dayak

Come raccontare le motivazioni che mettono in viaggio milioni di turisti amanti del deserto? Perché raccontare questo amore che molti sentono per un ambiente difficile e arido? Per chi volesse vivere il deserto anche per poche ore, un tour a Ouarzazate può costituire una alternativa non superficiale. Situata a 3 ore di volo dalle più importanti città europee, possiede un aeroporto internazionale  situato a 190 km. da Marrachesh e 350 km dalla costa atlantica dove si trova Agadir. Centro nevralgico di una vasta regione del sud Marocco, Ouarzazate raccoglie incomparabili splendori naturali. Tra le vette corrose delle montagne dell’Atlante e in prossimità del deserto, ospita innumerevoli kasbah tra le distese di aride pianure.  Le cure parsimoniose dell’uomo hanno trasformato e mantenuto valli e oasi verdi in palmeti lussureggianti. Villaggi di argilla rossa ed ocra attendono il futuro con il loro incontaminato passato. Un sogno che piano piano si dipana portando alla realtà il turista attento ed esigente. Facile il contatto con gli abitanti che rispondono con sorrisi ed ospitalità alla necessità di ricerca umana, ambientale del turista. Ricchezza, folklore e autenticità delle architetture fanno di questa area la ricchezza per l’intera regione.  Il deserto è la passione profonda di chi arriva per visitare questa area. In esso trova l’assoluto e l’eternità nel silenzio di un accampamento al calar della notte, quando i fuochi si accendono dopo che la notte avrà spento i colori infuocati del sole al tramonto. Un miracolo che si rinnova e non smette di meravigliare perché “cosa può desiderare di più un uomo quando ha il privilegio di addormentarsi ogni sera sotto un cielo amico punteggiato di milioni di stelle che si sono accese per illuminare i  suoi sogni?” (Mano Dayak)

aforismidiviaggio ourzazate marocco5

Il patrimonio architettonico del Marocco del sud sono le mille kasbah che lo rendono unico e protetto dall’Unesco. Da parecchi anni attira cineasti da tutto il mondo e l’area è diventata un set internazionale senza confronti per film storici e di avventura. Dal 1989 il Ministero degli affari Culturali del Marocco ha creato il centro di conservazione e riabilitazione e restauro del patrimonio architettonico del sud Atlante e dell’Atlante.

Le Kasbah: i berberi del Sud del Marocco hanno da sempre costruito un tipo di abitazione originale e ingegnosa. Le più rappresentative si trovano nel territorio di Ourzazate e nelle valli di Dadés e del Draa. In berbero sono dette Tighrem e sono dimore fortificate. Costruite in mattoni  di argilla e paglia, permettono isolamento termico estivo ed invernale. In origine  queste abitazioni erano costruite da famiglie nomadi che tentavano di difendersi da nemici e intemperie. Sono diventate successivamente  dimore dei signori. Costruite su alture o sommità di rocce potevano dare la possibilità di osservare le vie di accesso e controllare le oasi da eventuali attacchi di briganti. Costituivano anche luoghi riposo e di commercio  per le carovane di dromedari che trasportavano sale e preziosi metalli. Queste carovane provenivano quasi sempre da Tombouctou e attraversavano Ourzazate, per questo detta porta del deserto, per raggiungere i mercati di Marrakesh o Essaouira. Una targa ancora riporta la distanza da Ourzazate a Tomouctou in 52 giorni di viaggio.

aforismidiviaggio ourzazate marocco3

Le più note e le più conservate sono :Kasbah di Telouet, Kasbah di Ait Benhaddou Kasbah di Tifoultout, Kasbah di Taourit, Kasbah di Amridil

I più noti film girati in questi luoghi: Laurence d’Arabia (David Lean), L’uomo che voleva essere re (John Huston), Thè nel deserto (Bernardo Bertolucci), Edipo re (Pier Paolo Pasolini), Kundum, L’ultima tentazione di Cristo (Martin  Scorsese), Il gladiatore (Ridley Scott)

aforismidiviaggio ourzazate marocco2

turismo in Marocco