Booking.com

Aforismario

aforismario aforismidiviaggio

Frasi e aforismario

La breve frase che condensa un principio specifico o un pensiero si chiama aforisma o aforismo. L’aforisma assume, secondo i tempi e gli autori, differenti nomi. Aforisma viene chiamato...

da Leonardo Fioravanti, da Tommaso Campanella e da Emanuele Tesauro; ricordo per Francesco Guicciardini; avvedimento per Giovanni Francesco Lottini; proposizione per Cesare Speciano, massima e sentenza per Giammaria Mazzuchelli, pensiero per Alessandro Tassoni, Francesco Algarotti, Niccolò Tommaseo, Blaise Pascal e Aristide Gabelli; degnità e assioma per Giambattista Vico. Nel Novecento aumentano, con carattere metaforico, i nomi dati al termine aforisma. Così troviamo in Giovanni Boine frantumi e fosforescenze, in Federigo Tozzi barche capovolte, in Umberto Saba scorciatoie, in Camillo Sbarbaro fuochi fatui e asterischi, in Ennio Flaiano errori, in Giovanni Papini schegge, in Alessandro Morandott,i minime. Ora le raccolte o aforismari (bruttissima parola fuori dal vocabolario) abbondano sul web e frasi famose, citazioni, locuzioni pensieri e spunti vanno tutte in una direzione: consigliare, aiutare, proporre a pensare o a scrivere. Le raccolte su quanto è stato detto sul viaggio da scrittori e pensatori su questo sito non finiscono mai.

aforismidiviaggio aforismario 2Il viaggio non finisce mai. Solo i viaggiatori finiscono. E anche loro possono prolungarsi in memoria, in ricordo, in narrazione. Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia della spiaggia e ha detto: "non c'è altro da vedere", sapeva che non era vero bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si è visto in estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte, con il sole dove la prima volta pioveva, vedere le messi verdi, il frutto maturo, la pietra che ha cambiato posto, l'ombra che non c'era. Bisogna ritornare sui passi già dati, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio. sempre. Il viaggiatore ritorna subito. (Josè Saramago)

 A volte dobbiamo fuggire nelle solitudini aperte, nell'assenza di scopi, nella vacanza morale consistente nel correre puri rischi, per affilare la lama della vita, per saggiare le difficoltà ed essere costretti a sforzarsi disperatamente, vada come vada.

(George Santayana)

 C'è un solo viaggio possibile: quello che facciamo nel nostro mondo interiore. Non credo che si possa viaggiare di più nel nostro pianeta. Così come non credo che si viaggi per tornare. L'uomo non può tornare mai allo stesso punto da cui è partito, perchè, nel frattempo, lui stesso è cambiato. Da sè stessi non si può fuggire. Tutto quello che siamo lo portiamo con noi nel viaggio. Portiamo con noi la casa della nostra anima, come fa una tartaruga con la sua corazza. In verità, il viaggio attraverso i paesi del mondo è per l'uomo un viaggio simbolico. Ovunque vada è la propria anima che sta cercando. Per questo l'uomo deve poter viaggiare. (A. Tarkowsky)

 Arrivando a ogni nuova città il viaggiatore ritrova un suo passato che non sapeva più d'avere: l'estraneità di ciò che non sei più o non possiedi più t'aspetta al varco nei luoghi estranei e non posseduti. (Italo Calvino)

 Partire é la più bella e coraggiosa di tutte le azioni. Una gioia egoistica forse, ma una aforismidiviaggio aforismariogioia, per colui che sa dare valore alla libertà. Essere soli, senza bisogni, sconosciuti, stranieri e tuttavia sentirsi a casa ovunque, e partire alla conquista del mondo. (Isabelle Eberhardt)

 Il viaggio é una porta attraverso la quale si esce dalla realtà nota e si entra in un'altra realtà inesplorata, che somiglia al sogno. (Guy de Maupassant)

 Né cristiano nè pagano, saracino o tartero, nè niuno huomo di niuna generazione non vide nè cercò tante meravigliose cose del mondo come fece messer Marco Polo.(dal Milione)

Essere vivi voleva dire respirare aria; respirare aria voleva dire aria aperta. (Paul Auster)

 Il senso della ricerca sta nel cammino fatto e non nella meta; il fine del viaggiare è il viaggiare stesso e non l'arrivare. (Tiziano Terzani)

Non smetteremo di esplorare, e alla fine di tutto il nostro andare, ritorneremo al punto di partenza per conoscerlo per la prima volta.   (Thomas Sterne Eliot)

La maggior parte di noi si porta dentro, da sempre, un viaggio che non è una semplice visita o una vacanza, ma un sogno”. (Maruja Torres)

 Viaggiare ristabilisce l'armonia originale che un tempo esisteva tra l'uomo e l'universo.   (Sidonie Gabrielle Colette)

Non viaggio mai senza il mio diario. Bisogna sempre avere qualcosa di sensazionale da leggere in treno. (Susan Heller)

Quando ci si prepara per un viaggio, preparate i vestiti e soldi. Poi prendete la metà dei vestiti e il doppio del denaro. (anonimo)

afirismidiviaggiaforismario